Crocifisso del Sotio

  • Crocifisso del Sotio

    • Crocifisso del Sotio 30/04/2023
  • €0,00

Si trova nella ultima cappella a destra, proviene dalla chiesa di S. Giovanni e Paolo (vedi), dove si trovano altri affreschi di Alberto Sotio, pittore attivo nello Spoletino nel XII secolo e forse anche agli inizi del XIII. Sotio è ritenuto dagli studiosi l’iniziatore della tradizione delle croci dipinte, che vengono dette “di scuola umbra”. Di lui si hanno scarsissime notizie, tanto che, secondo alcuni, Sotio è abbreviativo di Solternus, che firma il mosaico della facciata del Duomo (vedi).

Rappresenta il “Cristo trionfante”, cioè una raffigurazione di Gesù in croce ma vivo e padrone, a significare che anche se ucciso nella sua natura umana, trionferà nella sua natura divina.

Non è dipinto sul legno, ma su una pergamena poi incollata alla croce.

Nei pannelli laterali, sotto le braccia, ha le figure di Maria (piangente) e di S. Giovanni (che indica il Signore, come ad invitare a seguirlo). Sono i testimoni della crocifissione.

Sulla cimasa, sopra la testa, è raffigurata la ascensione.

Ai piedi i simboli di una montagna e di un teschio che raccoglie il sangue.

In basso, oltre la firma di Alberto Sotio, la data del 1187.

Nel 1988 è stato restaurato con il contributo della Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini.

Mappa

Mappa fornita da OpenStreetMap.org

Link e Informazioni

Address

Cerca

Nella stessa categoria

© 2022 Lightage • P.IVA 02356350542 • Info, contatti, fonti • Informativa sulla Privacy